Le soluzioni proposte dal protocollo LEED®

Il cambiamento climatico è una realtà e sta provocando impatti e fenomeni di frequenza e intensità mai visti. Causa sofferenze e sconvolgimento degli ecosistemi che sostengono la nostra vita.
Il punto di vista di una giovane Ingegnere entusiasta.

Il cambiamento climatico è una realtà e sta già provocando impatti e fenomeni di frequenza e intensità mai visti nella storia umana e con essi costituisce causa di sofferenze, sconvolgimento degli ecosistemi e della ricchezza di biodiversità che sostengono la nostra vita.

Per evitare che la situazione precipiti e che gli impatti del “climate change” siano ancora più violenti, è necessario limitare il riscaldamento globale a 1,5°C. Per farlo dobbiamo azzerare le emissioni di CO2 ben prima del 2050.

Inoltre, il consumo delle risorse continuativo e persistente impoverisce, a poco a poco, il pianeta che si fonda su tutta una serie di equilibri che vivono di relazioni reciproche e porta alla comparsa di fenomeni ambientali sociali ed economici sempre più estremi. A riprova dello sconvolgimento di equilibri tanto delicati la recente pandemia globale COVID-19 che ha colpito l’intera umanità.

Il protocollo LEED® si inserisce in questo delicato scenario fornendo delle soluzioni atte a l’imitare l’impatto ambientale che il settore delle costruzioni risulta avere sull’impoverimento del pianeta.

Basti pensare che

  • circa il 50% dei materiali utilizzati ogni anno nel mondo ricadano in tale settore
  • quasi la metà dell’energia primaria prodotta (circa 40%) è impiegata per illuminazione riscaldamento degli edifici
  • gli edifici consumano circa il 21% del consumo di acqua totale
  • la produzione di CO2 dovuta attività di cantiere a alle fasi d’uso delle abitazioni ammonta al 35% del totale.

Ecco dunque perché risulta di rilevante importanza che la progettazione e la costruzione di nuovi complessi e la ristrutturazione del patrimonio esistente avvenga secondo un approccio olistico e multidisciplinare come quello suggerito da LEED® con l’obiettivo di realizzare ambienti che garantiscano il massimo livello di comfort agli utenti avendo allo stesso tempo un impatto minimo sull’ambiente circostante.

Nell’articolo, il punto di vista di una giovane ingegnere entusiasta, sulle soluzioni proposte dal protocollo LEED®.

Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su facebook
Facebook
La tua e-mail non verrà mai ceduta a terzi! I tuoi dati personali saranno trattati in conformità al D.Lgs 196/2003 e il Regolamento 2016/679 (GDPR).